Benvenuto a Christianismus - studi sul cristianesimo
Cerca
Argomenti
  Area utenti Pagina iniziale ·  NovitÓ ·  Scaricamenti ·  Collegamenti ·  Classifiche ·  Archivio  
Sezioni
· PAGINA INIZIALE
· Il Gesù della storia
  e i suoi seguaci
· Il giudaismo
· L'Antico Testamento
· Il Nuovo Testamento
· Gli apocrifi
· Qumràn
· Letteratura cristiana
  antica
· Incredibile...
  ma falso!
· Recensioni e schede bibliografiche

Christianismus


Per conoscere il progetto Christianismus

· Presentazione
· Andrea Nicolotti
· Gli autori
· I volontari
· Sostienici
· Contattaci


Documento: Le abbreviazioni nella Bibbia
Messo in linea il giorno Giovedý, 25 aprile 2002
Pagina: 1/1


Le abbreviazioni nella Bibbia

di Andrea Nicolotti



Per chi non ha dimestichezza con la lettura della Bibbia

La ripartizione dei testi di tutti i libri della Bibbia in capitoli risale all’età medievale, per mano del vescovo inglese Stephen Langton (le proposte di datazione oscillano tra il 1214 e il 1228, anno della sua morte). Il primo a dividere i capitoli in versetti fu Sante Pagnini, nel 1527. La sua divisione per l'Antico Testamento è rimasta; quella del Nuovo fu cambiata dal francese Robert Estienne (detto latinamente Stephanus) nella sua edizione greca del 1551, e da allora si è affermata. Non sempre è rispettosa dello sviluppo logico dei testi, ma è utile per identificare con esattezza e sinteticamente i passi.

Di norma, nelle citazioni, per i nomi dei libri biblici si usano sigle e subito dopo si indicano i capitoli (talora in numeri romani) e i versetti. Ad es. 1 Cor 11,25 significa che si tratta del capitolo 11 e del versetto 25 della prima Lettera ai Corinzi (si può anche scrivere I Cor XI,25). Con l’indicazione 1 Cor 11,25-28 si fa riferimento al passo contenuto nei versetti dal 25 al 28. Con 1 Cor 11, 25.28 si fa riferimento ai singoli versetti 25 e 28. Con 1 Cor 11,25; 12,3 si indicano due versetti di due distinti capitoli: il v. 25 del cap. 11 e il v. 3 del cap. 12.

La numerazione dei Salmi varia nel testo ebraico e in alcune versioni. Per i primi otto Salmi e gli ultimi tre vi è un accordo perfetto; a partire dal Salmo 9 fino al 147 il testo ebraico supera quasi sempre di un'unità le versioni. Normalmente nel citare si utilizza la numerazione ebraica, ma è possibile anche trovare l'altra, in quanto essa era adottata dalla traduzione dei LXX e dalla Vulgata latina.

Antico e Nuovo Testamento

  • AT = Antico Testamento

  • NT = Nuovo Testamento

ANTICO TESTAMENTO

  • Pentauteco:

    • Genesi (Gen)

    • Esodo (Es)

    • Levitico (Lv)

    • Numeri (Nm)

    • Deuteronomio (Dt);

  • Libri storici:

    • Giosuè (Gs)

    • Giudici (Gdc)

    • Rut (Rt)

    • I e II Libro di Samuele (1 e 2 Sam)

    • I e II Libro dei Re (1 e 2 Re)1

    • I e II Libro delle Cronache o Paralipomeni (1 e 2 Cr)

    • Esdra (Esd)

    • Neemia (Ne)

    • Tobia (Tb)

    • Giuditta (Gdt)

    • Ester (Est)

    • I e II Libro dei Maccabei (1 e 2 Mac)

  • Libri poetici e sapienziali:

    • Giobbe (Gb)

    • Salmi (Sal)

    • Proverbi (Pr)

    • Qoelet o Ecclesiaste (Qo o Eccle)

    • Cantico dei Cantici (Ct)

    • Sapienza (Sap)

    • Siracide o Ecclesiastico (Sir o Eccli)

  • Libri profetici: profeti maggiori

    • Isaia (Is)

    • Geremia (Ger)

    • Lamentazioni (Lam)

    • Baruc (Bar)

    • Ezechiele (Ez)

    • Daniele (Dn)

  • Libri profetici: profeti minori

    • Osea (Os)

    • Gioele (Gl)

    • Amos (Am)

    • Abdia (Abd)

    • Giona (Gn)

    • Michea (Mi)

    • Naum (Na)

    • Abacuc (Ab)

    • Sofonia (Sof)

    • Aggeo (Ag)

    • Zaccaria (Zc)

    • Malachia (Ml).

LIBRI DEL NUOVO TESTAMENTO

  • Vangeli:

    • Matteo (Mt)

    • Marco (Mc)

    • Luca (Lc)

    • Giovanni (Gv)

  • Atti:

    • Atti degli Apostoli (At)

  • Lettere:

    • 13 lettere attribuite a Paolo:

      • ai Romani (Rm)

      • I e II ai Corinzi (1 e 2 Cor)

      • ai Galati (Gal)

      • agli Efesini (Ef)

      • ai Filippesi (Fil)

      • ai Colossesi (Col)

      • I e II ai Tessalonicesi (1 e 2 Ts)

      • I e II a Timoteo (1 e 2 Tm)

      • a Tito (Tt)

      • a Filemone (Fm)

      • più la Lettera agli Ebrei (Eb) la cui attribuzione a Paolo è stata contestata fin dall’antichità.

    • 7 lettere dette «cattoliche»:

      • di Giacomo (Gc)

      • I e II di Pietro (1 e 2 Pt)

      • I, II e III di Giovanni (1, 2 e 3 Gv)

      • di Giuda (Gd);

  • Apocalisse

    • Apocalisse (Ap).


NOTE AL TESTO

1 Nella Vulgata (la trad. latina elaborata da Gerolamo verso la fine del IV sec. e diventata la forma più diffusa in cui la Bibbia venne letta in occidente) i Libri di Samuele e quelli dei Re sono tutti denominati Libri dei Re: pertanto i due libri di Samuele diventano 1 e 2 Re e i due libri dei Re diventano 3 e 4 Re.


 
Opzioni

 Stampa Stampa


Argomento
Il Nuovo Testamento
Il Nuovo Testamento

 

 

Christianismus.it - © Tutti i diritti riservati - Copyrights reserved - Omnia iura reservantur
È vietata la riproduzione e diffusione non autorizzata dei contenuti del sito, fatta eccezione per l’uso personale. 


Sito internet realizzato da:
E' una TRX Idea...


Sito realizzato con PHP-Nuke