Benvenuto a Christianismus - studi sul cristianesimo
Cerca
Argomenti
  Area utenti Pagina iniziale ·  Novità ·  Scaricamenti ·  Collegamenti ·  Classifiche ·  Archivio  
Sezioni
· PAGINA INIZIALE
· Il Gesù della storia
  e i suoi seguaci
· Il giudaismo
· L'Antico Testamento
· Il Nuovo Testamento
· Gli apocrifi
· Qumràn
· Letteratura cristiana
  antica
· Incredibile...
  ma falso!
· Recensioni e schede bibliografiche

Christianismus


Per conoscere il progetto Christianismus

· Presentazione
· Andrea Nicolotti
· Gli autori
· I volontari
· Sostienici
· Contattaci


Documento: Gesù nel suo tempo: i concetti di peccato, espiazione e sacrificio
Messo in linea il giorno Domenica, 29 febbraio 2004
Pagina: 1/8
Successiva Successiva



Gesù nel suo tempo: i concetti di peccato, espiazione e sacrificio

di Paolo Sacchi

Alcuni temi fondamentali del multiforme giudaismo del I secolo d.C. nella interpretazione di Gesù



Introduzione

Già pubblicato in «Archivio teologico torinese» V (1999), pp. 20-29.

Figura di Fariseo in un'incisione rinascimentale

Le nostre conoscenze riguardanti la storia della Palestina al tempo di Gesù sono aumentate in questi ultimi cinquanta anni e continuano ad aumentare in maniera tale che l’aggiornamento è possibile solo con qualche sforzo. I motivi dell’aumento di conoscenza sono molteplici. In primo luogo bisogna ricordare la scoperta dei manoscritti del Mar Morto, i quali hanno trascinato con sé, date le affinità evidenti, un grande interesse per i cosiddetti “apocrifi dell’Antico Testamento”, che da tempo venivano pressoché ignorati. Lo studio di questi ha dato vita a partire dagli anni 70 a numerose edizioni-traduzioni. Ma mancano ancora commenti veramente approfonditi dedicati alla maggior parte di questi. Resta difficile per ora capire per molti di essi quale fosse l’ideologia soggiacente. Un altro elemento destinato a portare luce sulle tendenze ideologiche che c’erano agli inizi dell’era cristiana è il targum Neophiti che costituisce una pagina di teologia giudaica tutta da chiarire e inserire nella storia del pensiero del tempo. Si scoprono sempre più i limiti delle ricerche che si appoggiavano sulla mishnah.

E’ ormai assodato che il giudaismo del tempo di Gesù non era un monolito, ma era ricco di tendenze varie e talora contrapposte. Così, Gesù non va guardato sullo sfondo del giudaismo, ma su quello delle varie correnti del tempo. Qualcuno dice addirittura sullo sfondo dei giudaismi. Frasi del tipo «Giacomo è più ebreo di Paolo» non hanno oggi alcun senso e dovranno essere sostituite, eventualmente, da frasi come «Giacomo è più vicino al farisaismo di Paolo». In ogni caso anche questa affermazione può aver bisogno di essere modificata. In altri termini, l’uguaglianza “giudaismo - farisaismo” non tiene più.

Per orientare il lettore nel panorama delle ideologie esistenti nella Palestina del tempo di Gesù, mi provo a stilare uno schema dei principali punti di riferimento caratterizzanti ciascun gruppo. Questo schema deve essere considerato un puro tentativo, perché non ho alcun testo di questo tipo cui far riferimento. Informo che mi sono basato sulle opere meglio conosciute, ma avverto che la singola citazione d’appoggio non è altro che un passo che, pur essendo significativo, tuttavia trae la forza del significato dalla struttura in cui si trova. Resta inoltre il fatto che ogni opera ha caratteristiche proprie, per cui la categoria “corrente di pensiero” va vista in maniera non troppo rigida.

Abbreviazioni

Elenco delle sigle; fra parentesi è indicata la data approssimativa dell’opera.

*1H, Enoc Etiopico, formato da cinque libri: LV, LP, LA, LS, EE.

1QH, Hodayot, Inni.

1QS, Regola della Comunità.

2B, Apocalisse siriaca di Baruc (70-100 d.C.).

*2H, Enoc Slavo (la sua recensione più antica [detta B] è della metà del I sec. d.C.). Le citazioni di questo articolo si riferiscono sempre a questa.

4E, Quarto libro di Ezra (70-120 d.C.)

ApSof, Apocalisse di Sofonia (circa metà del I sec. d.C.).

*EE. Epistola di Enoc (parte del II sec. = Protoepistola di Enoc [PEE]e parte del I sec. a.C.)

Giub, Libro dei Giubilei (seconda metà del II sec. a.C.).

*LA, Libro dell’Astronomia IV-III a.C., certamente anteriore al 200).

*LP, Libro delle Parabole (circa 30 a.C).

*LS, Libro dei Sogni (circa 160 a.C.)

*LV, Libro dei Vigilanti =Angeli (IV-III sec. a.C., certamente anteriore al 200).

pHab, pesher Habacuc.

TRuben, Testamento di Ruben (forma definitiva del I sec. a.C., con materiale chiaramente più antico).




Successiva Successiva



 
Opzioni

 Stampa Stampa


Argomento
Il Gesù della storia e i suoi seguaci
Il Gesù della storia e i suoi seguaci

 

 

Christianismus.it - © Tutti i diritti riservati - Copyrights reserved - Omnia iura reservantur
È vietata la riproduzione e diffusione non autorizzata dei contenuti del sito, fatta eccezione per l’uso personale. 


Sito internet realizzato da:
E' una TRX Idea...


Sito realizzato con PHP-Nuke