Benvenuto a Christianismus - studi sul cristianesimo
Cerca
Argomenti
  Area utenti Pagina iniziale ·  Novit ·  Scaricamenti ·  Collegamenti ·  Classifiche ·  Archivio  
Sezioni
· PAGINA INIZIALE
· Il Gesù della storia
  e i suoi seguaci
· Il giudaismo
· L'Antico Testamento
· Il Nuovo Testamento
· Gli apocrifi
· Qumràn
· Letteratura cristiana
  antica
· Incredibile...
  ma falso!
· Recensioni e schede bibliografiche

Christianismus


Per conoscere il progetto Christianismus

· Presentazione
· Andrea Nicolotti
· Gli autori
· I volontari
· Sostienici
· Contattaci


Documento: Altri ritrovamenti in zone limitrofe
Messo in linea il giorno Marted, 15 gennaio 2002
Pagina: 1/1


Altri ritrovamenti in zone limitrofe

di Andrea Nicolotti

Le scoperte effettuate in altre regioni del deserto di giuda.



Altri ritrovamenti in zone limitrofe

Oltre alla regione di Qumràn, nel secondo dopoguerra furono esplorate anche altre regioni del deserto di Giuda. Per l’elenco di queste scoperte mi rifaccio ad una sintesi del prof. Elio Jucci (traggo dall’articolo I manoscritti ebraici di Qumràn: A che punto siamo?, in Istituto Lombardo (Rendiconti Lettere) CXXIX (1995), pp. 243-273, presente anche all’indirizzo http://dobc.unipv.it/SETH/achepunt.htm):

Khirbet Mird.

Posto nella Buqe‘a, 9 miglia a SE di Gerusalemme, 6 mi. a O del Mar Morto. Era una fortezza asmonea (Hyrcanion), divenne il monastero di Castellion o Marda (in aramaico, fortezza) fondato nel 492 da San Saba. Dalla sua biblioteca derivano i manoscritti (arabi, greci, aramaici) trovati tra le rovine e datati dal VI al IX sec.

Murabba‘at.

Si tratta di cinque grotte situate 15 mi. a SE di Gerusalemme, 12 mi. a S di Qumràn, 10 mi a N di En-gedi. I beduini incominciarono a commerciarne i manoscritti nel 1951, De Vaux e Harding condussero gli scavi nel 1952. Solo tre grotte contenevano manoscritti. Le grotte conservano tracce di insediamenti occasionali o duraturi dal calcolitico all’età araba. In particolare furono utilizzate durante la II rivolta giudaica 132-135 d.C. dalle truppe di Bar Cochba = Simon Ben Kosibah del quale si conservano due lettere al luogotenente Jeshua‘ ben Galgula. Sono importanti anche i frammenti ebraici dei Profeti Minori (5Mur 88).

Valli tra En-gedi e Masada.

(A) Nahal Hever (Wadi Khabra). 3 mi. a S di En-gedi e 7 mi. a N di Masada. Tra l’altro nella “grotta delle lettere” (5-6) nel 1961 sono state trovate 15 lettere in aramaico, ebraico e greco di Simon Ben Kosibah ai suoi luogotenenti. Nella stessa grotta nel 1962 sono stati trovati da Yadin 35 documenti in nabateo, aramaico e greco, appartenenti a un certo Babata. Inoltre documenti legali del periodo della seconda rivolta, simili a quelli di Murabba‘at. In un’altra grotta, la “grotta dell’orrore” (8), è stato trovato il frammento di un rotolo greco dei Profeti Minori (da collegare con il manoscritto proveniente da scavi clandestini e pubblicato recentemente nelle Discoveries in the Judaean Desert vol. VIII) estremamente importante per la storia del testo. (B). Nahal Se’elim (Wadi Seiyal), 8 mi. a S di En-gedi e 2.5 mi. a N di Masada. Nella grotta dei rotoli durante gli scavi condotti da Y. Aharoni sono stati trovati filatteri ebraici e papiri greci (liste di nomi).

Masnada

Si trova a sud del Mar Morto. Fortezza maccabaica, erodiana e poi romana. Occupata dagli zeloti nel 66 d.C. Nel 1964 Yadin ha scoperto vari manoscritti. 1. un ostracon aramaico, 2. un rotolo con i Salmi 81-85, 3. una copia ebraica del Siracide, 4. una copia della Liturgia del Sabato di Qumràn. Questo conferma l’informazione di Giuseppe Flavio, secondo il quale alcuni Esseni presero parte alla resistenza antiromana.


 
Opzioni

 Stampa Stampa


Argomento
Qumrn
Qumrn

 

 

Christianismus.it - © Tutti i diritti riservati - Copyrights reserved - Omnia iura reservantur
È vietata la riproduzione e diffusione non autorizzata dei contenuti del sito, fatta eccezione per l’uso personale. 


Sito internet realizzato da:
E' una TRX Idea...


Sito realizzato con PHP-Nuke