Benvenuto a Christianismus - studi sul cristianesimo
Cerca
Argomenti
  Area utenti Pagina iniziale ·  Novità ·  Scaricamenti ·  Collegamenti ·  Classifiche ·  Archivio  
Sezioni
· PAGINA INIZIALE
· Il Gesù della storia
  e i suoi seguaci
· Il giudaismo
· L'Antico Testamento
· Il Nuovo Testamento
· Gli apocrifi
· Qumràn
· Letteratura cristiana
  antica
· Incredibile...
  ma falso!
· Recensioni e schede bibliografiche

Christianismus


Per conoscere il progetto Christianismus

· Presentazione
· Andrea Nicolotti
· Gli autori
· I volontari
· Sostienici
· Contattaci


Documento: Maria Maddalena e il codice da Vinci
Messo in linea il giorno Sabato, 06 maggio 2006
Pagina: 1/12
Successiva Successiva



Maria Maddalena e il codice da Vinci

di Andrea Nicolotti

Tutto il romanzo di Dan Brown è percorso da un tema ricorrente: quello del ruolo fondamentale del personaggio di Maria Maddalena, descritta come sposa di Cristo e madre della sua discendenza. Ma quali sono in realtà le notizie storiche attendibili su questo personaggio?



Sommario

  1. Chi era la Maddalena?
  2. La Maddalena era una meretrice?
  3. La Maddalena era di stirpe reale?
  4. Gesù era sposato?
  5. Che valore storico hanno le notizie tratte dai vangeli gnostici?
  6. Che rapporto intercorreva tra Gesù e la Maddalena secondo il vangelo di Filippo?
  7. Compagna significa moglie?
  8. La Maddalena ha avuto un figlio da Gesù?
  9. Gesù affidò la sua Chiesa alla Maddalena?
  10. Gesù era femminista?
  11. Il Graal e la Maddalena
  12. Dietro il Codice da Vinci

 Testo già pubblicato in Maria Maddalena e il Codice da Vinci, in M. Tomatis (a cura di), Dietro il Codice da Vinci, Roma, Avverbi, 2006, pp. 16-45.

Chi era la Maddalena?

Maria Maddalena era il nome di una donna proveniente da Magdala, una città sul lato occidentale del lago di Genezaret. Essa nei Vangeli è menzionata come pia seguace di Gesù, dal quale era stata liberata da sette demoni[1]. Maria era presente sul calvario e poté assistere alla sepoltura del Maestro[2]; al mattino del primo giorno della settimana, recatasi al sepolcro, lo trovò vuoto, e secondo il racconto evangelico avrebbe avuto il privilegio di incontrare il Cristo risorto[3]. Sono queste le poche notizie che i testi del I secolo d.C. ci riportano su questo personaggio della cerchia di Gesù. Questa Maria apparteneva evidentemente a quel gruppo di donne che seguiva il Maestro e lo accompagnava durante le sue peregrinazioni; secondo la notizia di Luca, infatti, Gesù

se ne andava per le città e i villaggi predicando ed annunciando il regno di Dio. Vi erano con lui i Dodici e anche alcune donne che erano state guarite da spiriti maligni e da infermità: Maria detta Maddalena, dalla quale erano usciti sette demòni, Giovanna moglie di Cusa, amministratore di Erode, Susanna e molte altre. Esse li servivano con i loro averi[4].

Sembra che a nessuna donna siano stati affidati incarichi di predicazione, ma è indubbio che queste donne avessero un loro ruolo all'interno del gruppo dei seguaci di Gesù. Secondo Luca si trattava di incombenze più che altro di indole pratica, essendo loro responsabilità il mantenimento economico di Gesù e dei Dodici; è questo il senso dell’inciso “li servivano con i loro averi”[5].

Questo gruppo di donne che avevano seguito Gesù sin dalla Galilea per servirlo era presente alla crocifissione e osservava da lontano tutto ciò che accadeva: su ciò gli evangelisti Matteo, Marco e Luca sono concordi[6]. Sono pure donne quelle che il primo giorno della settimana si accorgono per prime che il sepolcro di Gesù è vuoto[7]. Dopo i racconti della risurrezione gli Atti degli apostoli, opera dell'evangelista Luca, ci rappresentano gli apostoli in preghiera a Gerusalemme “con le donne e Maria, la madre di Gesù”[8].

Al di là di queste poche notizie, null'altro ci è dato di sapere delle donne che seguivano Gesù e, in particolare, di Maria Maddalena.

Tintoretto, Santa Maria Maddalena

Tintoretto, Santa Maria Maddalena, Pinacoteca Capitolina, Roma



[1] Luca 8,2; Marco 16,9.

[2] Matteo 27,55-61; Marco 15,40-47; Luca 23,49-55; Giovanni 19,25.

[3] Matteo 28,1-10; Marco 16,1-9; Luca 24,1-10; Giovanni 20,1-18.

[4] Luca 8,1-3.

[5] L’espressione potrebbe anche essere resa “li servivano [attingendo] dai loro averi”, per meglio rispettare l’originale greco (dihkÒnoun aÙto‹j ™k tîn ØparcÒntwn aÙta‹j).

[6] Matteo 27,55; Marco 15,40-41; Luca 23,49.

[7] Matteo 28; Marco 16; Luca 24; Giovanni 20.

[8] Atti 1,14.




Successiva Successiva



 
Opzioni

 Stampa Stampa


Argomento
Il codice da Vinci
Il codice da Vinci

Argomenti Correlati

Gli apocrifiIl Nuovo TestamentoRecensioni e schede bibliografiche

 

 

Christianismus.it - © Tutti i diritti riservati - Copyrights reserved - Omnia iura reservantur
È vietata la riproduzione e diffusione non autorizzata dei contenuti del sito, fatta eccezione per l’uso personale. 


Sito internet realizzato da:
E' una TRX Idea...


Sito realizzato con PHP-Nuke